Auguri, Massimo!

Avresti oggi 60 anni. Saresti un uomo maturo, probabilmente brizzolato, con qualche ruga di espressione a segnarti il volto. MassimoTroisiEppure è impossibile non pensare a te col viso fresco, gli occhi vivaci e i riccioli ribelli. E’ quello che accade a chi muore giovane: la sua immagine resta fissa, scolpita nel tempo; il vero elisir di giovinezza, l’autentico ritratto di Dorian Gray. E per tutti oggi sei un mito; qualcuno a cui dedicare applausi, standing ovation e ricordi commossi. Ci hai lasciati all’apice della tua carriera, nel meglio. Non hai avuto tempo di scadere, di corromperti, di diventare un prodotto commerciale. Per me un mito lo eri già allora. Non mi è servita la tua morte per scoprire la tua genialità e la tua semplice raffinatezza. Le tue battute hanno fatto parte della mia quotidianità fin da quando ero bambina: tormentoni della mia infanzia, come dell’età adulta. Ciò che ti ha reso grande è stata la tua semplicità e l’elegante ironia che ogni tuo gesto trasudava: lo sguardo imbarazzato, la mano sul sopracciglio, le parole biascicate. Non hai mai rinnegato le tue origini, anzi, le hai sublimate. Solo tu hai saputo restituire con poetico realismo l’anima di un territorio come il nostro: nobile e complicato. E forse solo chi appartiene a questa terra può comprenderti fino in fondo e capire quanto elevata fosse la tua comicità. Hai trattato temi semplici e comuni, storie lineari; eppure, solo in te ritrovo la complessità di chi conosce l’animo umano, di chi sa raccontare le sue debolezze e le sue virtù arrangiate. Nessuno è come te e mai nessuno lo sarà. Come disse quel poeta tuo amico: per te “Non vale il detto che è del Papa, morto un Troisi non se ne fa un altro”.

Annunci

Informazioni su Ti

"Si comienzas cambiando tú, ya estas cambiando el mundo.."
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista, Italia, Napoli e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Auguri, Massimo!

  1. mostracci ha detto:

    Non sono esagerata nel dire che ho trattenuto una lacrima leggendo questo post. Sono arrivata qui proprio perchè su un ltro blog ho visto l’icona con la foto di Massimo. Io sono toscana al 100% e qualche volta faticavo a capire alcune parole, eppure ho sempre amato il suo modo di parlare che non era recitare, era purezza d’animo. Non posso non citare il grande Massimo Troisi insieme al mio conterraneo Roberto Benigni nel geniale “Non ci resta che piangere”, che ho visto e rivisto e che conosco a memoria, eppure non mi stanca mai.
    Grazie per averlo ricordato.
    Un sorriso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...