¡Ya estamos en Fallas!

Las fallasDa qualche giorno è cominciata a Valencia una delle feste più singolari e coinvolgenti alle quali abbia mai preso parte. La follia ha inizio una domenica di fine febbraio con la Cridà. La Fallera Mayor, una specie di Miss Valencia in abiti tradizionali, chiama a raccolta los valencianos e li autorizza per i successivi venti giorni o poco più a trasformare la città in un’oasi di frenesia festaiola. La Comunitat Valenciana non raggiunge gli apici estremisti e separatisti della Catalogna, ma con Las Fallas riscopre tutto il suo orgoglio e magnifica le sue radici. La città si prepara tutto l’anno a questa festa; in ogni quartiere esistono circoli appositi, che organizzano eventi, raccolgono fondi e sostengono gli artisti che creano le sculture che danno nome alla festa. Las fallerasOgni quartiere presenta e mette in gara la sua Falla: veri e propri capolavori in cartapesta, che affrontano temi svariati, spesso politici e sociali, dove l’ironia la fa da padrona. Ogni giorno alle 14:00, appuntamento nella piazza principale, Plaza de l’Ayuntamento, per la Mascletà: un’orgia di petardi che diventa di giorno in giorno più assordante e grandiosa. Un vero valenciano vi dirà che i botti si devono sentire rimbombare nel petto e fra i denti. La sera tocca alla Mascletà de colores: un tripudio di fuochi d’artificio sempre più spettacolari e maestosi. fuego artificialesE poi musica, concerti, spettacoli, sfilate di “eserciti” di falleras, tavolate di paella improvvisate ad ogni angolo di strada. Ogni scusa è buona per bere, mangiare e fare festa. Il culmine de Las Fallas e la sua fine si raggiungono il 19 marzo, nella Nit de foc, con la Cremà.
Le leggi della fisica vengono sovvertite: “tutto si crea e tutto si distrugge”. In un crescendo di musica e fuochi d’artificio, ogni quartiere da fuoco alla sua Falla, di cui non resteranno che ceneri e brandelli bruciacchiati. cremàLa folla in visibilio quasi impedisce ai pompieri di fare il proprio lavoro, insultandoli bonariamente al grido di “Bomberos maricones!”.
Pura follia, fascino infinito. Ma questo accadrà solo fra qualche settimana; la festa è appena cominciata. Sono quasi le 14:00 e un grido sta per sollevarsi: “Senyor pirotècnic, pot començar la mascletà!”.

Annunci

Informazioni su Ti

"Si comienzas cambiando tú, ya estas cambiando el mundo.."
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista, Estero, Valencia, Viaggi e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a ¡Ya estamos en Fallas!

  1. loscalzo1979 ha detto:

    Devo riuscire a fotografarla una volta….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...