MARTEDILIBRI

Una nuova rubrica, un piccolo consiglio….letterario, giallo, classico, fiabesco, gotico, rosa, fumettoso….

Insomma, un libro, cartaceo o digitale che sia; perchè, come dicevano i nostri maestri e le nostre maestre alle scuole elementari, l’importante è….LEGGERE….

Partiamo da un classico “moderno” della letteratura:

Quando Colazione da Tiffany venne pubblicato nel 1958, il “Time” definì la sua protagonista Holly Golightly, la gattina più eccitante che la macchina per scrivere di Truman Capote abbia mai creato. E’ un incrocio tra una Lolita un pò cresciuta e una giovanissima Zia Mame.

Holly Golightly è una cover-girl di New York, attrice cinematografica mancata, generosa di sè con tutti, eterna bambina chiassosa e scanzonata. E’ un personaggio incantevole, dotato di una sorprendente grazia poetica. Intorno a lei ruotano svariati tipi bizzarri e singolari.

Di tutti i suoi personaggi, disse Capote più tardi, Holly è stata la sua preferita.

Da questo libro, edito in Italia da Garzanti, è stato tratto il film vincitore di due premi Oscar, con Audrey Hepburn e Mickey Rooney.

Truman Capote è stata una delle voci più originali della letteratura americana del Novecento.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...