Franca e Napoli

Vi abbraccio tutti quanti, soprattutto perché vi trovo in ambasce disperati e con la terribile certezza d’esser stati traditi, umiliati, trattati come pupazzi, da scannare e strizzare per farci quattrini. Perciò, prima, di rivolgermi a voi tutti, vorrei comunicare qualche mio pensiero indignato a gente di gran peso, terribilmente responsabile di tutto ciò che voi state vivendo. Eccomi. dove siete? Mi sentite? Parlo a voi signor Schiavone, detto Sandokan, Bidognètti detto Cicciotto di mezzanottee pure lei, Antonio Iovine, detto “ o ninno”, latitante… E tutti i vostri soci e amici… mi sentite? Vi voglio parlare… Scusate se vi disturbo, ma vorrei affrontare con voi il problema dell’emergenza dei rifiuti in Campania, ne sapete qualcosa, no? “emergenza” che dura da almeno 14 anni. Ma come è successo che con una progressione a dir poco insensata si è giunti all’attuale insostenibile situazione?

La storia è iniziata negli anni 90, grazie al nuovo business della mondezza, creato dalle imprese del nord bisognose di smaltire i loro rifiuti tossici. E a chi si rivolgono? A voi, i Casalesi di Sandokan, la famiglia con maggiore vocazione imprenditoriale, a fiutare la nuova possibilità di immenso guadagno. Non vi bastavano più i milioni e milioni accumulati con cemento, droga, armi, abiti griffati, centri commerciali ecc. L a golosia del mare di denaro che vi sarebbe arrivato ha fatto presto a unire i vostri clan con gli imprenditori che gestiscono l’aspetto legale della faccenda. Quindi da questo punto eravate tranquilli…E ancora più tranquillizzati dalle coperture delle connivenze politiche. Che ci sono state eccome! E via che è partita l’operazione “smaltimento rifiuti industriali” di mezza Italia nella vostra terra. Nella vostra terra! Nel febbraio del 94 nasce il commissariato per l’emergenza: l’amministrazione pubblica ha affidato a imprese private la realizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti. Queste società, spesso improvvisate ad hoc, non avevano nessuna idea, sia tecnica che organizzativa di come si possa realizzare un simile servizio. Troppo faticoso informarsi e agire correttamente senza ridurre la più bella città del mondo a una pattumiera…E provocare malattie e morte. Che ha prodotto il commissariato per l’emergenza dal 1994! soldi – soldi – soldi. sono passati 14 anni non è successo nulla! Si sta affogando nella mondezza. Per la verità, qualcosa è successo: aziende come la Fibe di Romiti e l’Impregìlo, che pur essendo stati giudicati incapaci dalla commissione tecnica, hanno vinto l’appalto addirittura battendo l’Enel, che aveva punti di credibilità più che notevoli. l’Impregìlo era incompetente, ma ha vinto ugualmente. Grazie agli appalti in Campania hanno fatto il salto di qualità, milioni di euro per smaltire ecoballe, pardon, per non smaltirle. Si sono spesi da allora quasi 2 mila milioni di euro: risultato?Lo vediamo: 14 milioni di tonnellate di rifiuti sfuggiti al controllo ufficiale… Immaginatevi una montagna di 14 mila 600 metri, con una base di tre ettari,e l’E verest è di 8 mila metri..Non portateci per carità i vostri figli a far vacanza! So che voi, uomini dell’onorata società, offrite ai consorzi un prezzo di smaltimento 50 volte inferiore a quello che paga la regione Campania alla Germania. ma laggiù a Dusseldorf le mondezze vengono smaltite, qua, grazie a voi, rimangono. So bene che non siete voi a riempire le strade di spazzatura, so che non siete voi ad aver generato l’emergenza, ma grazie all’emergenza, che vi hanno regalato i politici, avete aumentato i profitti. Molti cittadini, autonomamente, avevano messo in atto la raccolta differenziata ma quasi immediatamente si sono resi conto che la monnezza, veniva sbattuta sui camion in un unico calderone… Tutto rimischiato! E si sono giustamente sentiti sfottuti e hanno smesso. Dove erano il comune, la regione, la provincia?Nessuno ha controllato. Nessuno ha saputo…Nessuno ha visto! Si poteva fermare in tempo ‘sta tragedia? Sì. ma non è stato fatto. Dormivano tutti!

Voi, signori delle discariche abusive vi rendete conto di quello che avete messo in piedi? Avete acquistati campi di contadini anziani o malati per approntare sversatoi delle peggiori schifezze industriali che nottetempo raggiungono la Campania. Silenziosamente avete riempito le discariche di letame tossico, che attraversa l’Italia con bolle di trasporto falsificate quando arrivano certi tir, non si scarica nulla: fatto uscire il conducente, dopo aver sigillato il camion con la fiamma ossidrica, viene calato direttamente nei vasti crateri della discarica come racconta roberto saviano- e vengono sepolti. Sepolti! E’ un film dell’orrore. Fantascienza! Siete coscienti di quale terribile pericolo certamente contengono quei tir interrati? Sapete di cosa sono composti quei rifiuti? Nel casertano e nel napoletano i nas hanno scoperto monnezza prodotta da petrolchimici, da fanghi conciari solo da Santa Croce sull’Arno sono partiti, per ignota destinazione, 5.000 tir carichi di rifiuti. 5.000: tutti sepolti dalle vostre parti? Così come qui da voi abbiamo visto campi e crateri invasi da fanghi dei depuratori di Venezia e di Forlì di proprietà di società a prevalente capitale pubblico. Paese, dopo paese, in ogni luogo avete fatto adottare un veleno. Grazzanìse è stata prediletta per sversàre i fazzoletti usati per asciugare le mammelle delle vacche munte, Santa Maria i toner toscani, a Capua svérsano persino gli scheletri dei cimiteri di mezza Italia, una balena è stata sversàta a Pianura, persino la Moby Prince, fatta in tante parti è finita smaltita in una cava. Una bella creativita’! E così via. la gente si ammala, crepa mentre voi della onorata società vi stra-arriccchite insozzando indisturbati e pure governativamente protetti! Avete regalato alla popolazione tumori ai polmoni, allo stomaco, al fegato, leucemie. Nelle zone piu’ a rischio: aumento della mortalita’ del 9% per gli uomini e del 12% per le donne. Sempre sfigate! A lla morte dell’allevatore Vincenzo Cannavacciuolo, nel suo sangue sono stati riscontrati valori di diossina superiori di 25 volte ai limiti di legge. E’ molto probabile trovare le stesse percentuali nelle bufale di A versa. Vi piace la mozzarella? E dei feti malformati che mi dite? Negli otto comuni a maggiore esposizione allo smaltimento abusivo il rischio di malformazioni fetali supera l’80 % rispetto alla media nazionale. voi, signori dell’affare redditizio ma pesante, state tutti bene di salute? Come potete illudervi che l’acqua che bevete non sia appestata dai veleni che le discariche abusive seminano per la Campania? Ma certamente voi l’acqua, la farete arrivare dalla Francia bevete Perrier! Angelica, Chiara, Vincenzo, Cosimo, e i figli di tutti voi, che aria respirano? diossina pure loro? come li nutrite? Dove fanno la spesa le vostre mogli? Fate arrivare ogni giorno in aereo pesce fresco dalla Scozia? E la verdura? Coltivate tutti gli ortaggi in serra? Il pane lo importate o lo fate in casa? Non mangerete certamente quello che viene venduto nei panifici di Scampìa, Secondigliano, Melito, Pianura… Lì si usa la farina di sempre… Loro fanno il pane per i napoletani la cui vita non conta nulla. I figli… Ai vostri figli dovete pensare perché non c’è potere che li possa proteggere, denaro che possa corrompere. Sono inermi davanti alle montagne di rifiuti tossici che i loro padri hanno seppellito in Campania. E respirano, respirano: ahha ahah ahaha diossina che il vostro papà abbia commesso un errore? Può essere che ce la facciate a schivare le malattie…E se così non fosse? Siete disposti a vedere i vostri piccoli, mogli, padri, madri, (anche la mamma!?) nipoti, voi compresi ammalarsi pur di mettere soldi in banca?! Ma a cazzo vi servono tanti soldi? Già ne possedete a vagoni, in tutto il mondo. Beh vi rimane l’orgoglio di organizzarvi funerali principeschi, carri funebri con 24 cavalli invece dei 12… piume a volontà… paramenti tempestati di smeraldi, brillanti, rubini… il massimo! Ne parleranno fino in America. Come per le esequie di Tonino Santa Paola, il boss di cosa nostra a Brooklyn… Ma purtroppo sempre defunti siete e nella cassa da morto ci si può portare pochissimo… E voi continuate ad uccidere…

Le morti per contaminazione tossica non hanno il rumore degli spari, la cruenza delle esecuzioni. Sono silenziose, ma altrettanto inesorabili. Disponete del potere di vita e di morte dei compaesani, ma seminando rifiuti, presto sarà lei, la monnezza a disporre anche delle vostre vite. Compresi gli industriali del nord, che credendo di portare i rifiuti qui se ne sarebbero liberati, se li mangeranno con le primizie campane. Quello della monnezza non è un business. E’ un vortice che travolgerà tutti. E ‘inutile … vi vedo… E’ inutile che vi strizziate i testicoli….“ la munnezza è oro”. no. è morte. Strizzate, strizzate… i cittadini hanno assistito impotenti alle vostre trame intessute con la politica dal bavero bianco. Hanno lanciato allarmi, gridato allo scandalo, condannato i politici, senza risultato alcuno. Campani, vi ho sentito gridare “cari politici non abbiamo più fiducia. nessuno di voi che abbia sentito la vergogna e il desiderio di sparire, di dimettersi…Ve ne state al vostro posto facendo finta che tutto funzioni a meraviglia mentre Napoli muore! Per sempre questa città avrà di voi una pessima memoria! Non ci resti che tu… Dove sei De Gennaro… volevo dire, San Gennaro… Stai vedendo e soffrendo per tutto ciò che sta capitando alla tua gente, che ti venera…Anche il cardinale Sepe ti ha chiamato in causa…. Ma tu, niente! Quest’anno niente miracolo del sangue. Napoli è la tua città datti da fare! Fatti un giro nelle strepitose ville di chi tiene nelle mani lo sfacelo, la disperazione, la morte. Vacci mentre dormono, svegliali di soprassalto e fagli assistere al film veloce sulla fetenzìa che hanno combinato. Imponigli di ripulire le strade oberate di rifiuti… Di ripulire la Campania. Mettigli addosso la voglia di “rivoluzionare le loro vite” Fagli nascere il piacere dell’onestà… Il desiderio di poter andare intorno per le strade e i vicoli di questa citta’ senza guardie del corpo, senza doversi nascondere nei bunker. Forza San Gennaro, non deluderci anche tu! Io personalmente tengo parenti stretti qui a Napoli, gente fortemente devota a San Gennaro. E dicono: questo nostro è un santo generoso e innamorato della nostra gente ma guai a chi passa sopra, calpestando la loro vita e chi insulta la loro dignità di uomini e donne pulite, attenti che Gennaro benedice e ama ma non approfittatene … guai a voi se si incazza.

11

Annunci

Informazioni su 365

E’ uno spazio poliedrico ed aperto, una piattaforma di scambi e di legami, una valvola di libero sfogo. Almeno un post al giorno, sugli argomenti più vari e disparati; molteplici mezzi espressivi; collaborazioni trasversali.
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista, Napoli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...