MARTEDILIBRI

Zugzwang: termine scacchistico derivato dal tedesco Zug (mossa) + Zwang (compulsione, obbligo). Descrive una posizione in cui un giocatore è ridotto ad uno stato di assoluta impotenza: è costretto a muovere, ma qualunque mossa può solo peggiorare la situazione.

La storia è un thriller. Questo: Zugzwang mossa obbligata di Ronan Bennett edito in Italia da Ponte alle grazie.

Aprile 1914. San Pietroburgo, centro di una nazione in bilico dove la Rivoluzione è ormai alle porte. Negli stessi giorni, nella stessa città, si disputa uno dei più appassionanti tornei di scacchi che la storia ricordi. In questa città vitale e travolgente, Otto Spethmann, famoso psicoanalista freudiano, deve indagare sull’assassinio di un rispettabile direttore di giornale.  Armato di una profonda conoscenza dell’animo umano e dei suoi istinti più nascosti, Spethmann cerca di dipanare un’inestricabile matassa di complotti in cui paiono coinvolti tutti: la sua adorata e ribelle figlia, un campione di scacchi in crisi, un violinista donnaiolo e spendaccione, una signora dell’alta società.

Zugzwang mossa obbligata è un romanzo dal ritmo implacabile e dalla strepitosa potenza narrativa che porta ai massimi livelli la metafora del thriller.

Ronan Bennett è nato e cresciuto a Belfast. Ha scritto quattro romanzi, tra i quali: The Catastrophist (finalista al Whitbread Novel Award) e Havoc, in Its Third Year (vincitore dell’Irish Novel of the Year, candidato al Booker Prize e finalista all’IMPAC Award). E’ anche autore di sceneggiature per il cinema e per la televisione.

zugzwang_mossa_obbligata

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a MARTEDILIBRI

  1. Ti ha detto:

    Questo libro me ne fa venire in mente un altro che ho adorato: “La variante di Luneburg” ..lo conosci, giamma?!

  2. giammadelibris ha detto:

    Si si, molto bello!! L’autore, Paolo Maurensig, di solito dà il meglio di se proprio quando nei suoi libri gli scacchi sono i “protagonisti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...