[dis]avventure parigine

Questa nuova rubrica esige una premessa. Trattasi di uno sfogo benevolo e bonario, fatto col sorriso sulle labbra. Tutto sommato, la Francia è pur sempre il paese che mi ospita e che – a suo modo – mi accoglie.images
 

Non c’è niente da fare: quando vai a vivere in un paese diverso dal tuo, per reazione, le tue radici si rinforzano, si allungano, affondano idealmente e ancor più saldamente nella tua terra natia. Qualche mese dopo il mio arrivo a Parigi, ho appeso il tricolore biancorossoeverde alla mia finestra (l’ho fatto davvero!); ho cominciato a sognare ad occhi aperti il mare della mia città… il sole, la pizza, la mozzarella… sto pensando anche di imparare a suonare il mandolino (no, questo non è vero!). Insomma, una volta trasformatami nel perfetto stereotipo di italiana emigrata, constato sulla mia pelle la frequenza quotidiana degli shock culturali cui è sottoposto uno straniero. Ma quali comuni radici occidentali? Quali cugini d’oltralpe? Siamo diversi. E meno male, aggiungo! E’ la diversità che da gusto alla vita, la rende interessante e ci mette davanti a sfide talvolta complesse, ma spesso divertenti.

Capitolo 1: I rumori con la bocca

Non stupitevi se un francese, nel bel mezzo di una conversazione, comincia ad emettere strani suoni con la bocca. Quei piccoli e ripetuti pernacchi, quegli sbuffi più o meno prolungati sono solo il suo modo di esternare stupore, approvazione, persino entusiasmo.“Bah, écoute, le concert c’était juste…PRRR!” (“Mah, guarda, il concerto è stato proprio…PRRR !”) ..ora qui voi sareste naturalmente portati a pensare che il concerto sia stato un disastro, un fiasco completo. Ebbene, no! Il concerto è stato magnifico, straordinario; al punto che solo un pernacchio può descriverne al meglio la grandezza. E se, mentre state parlando, il vostro interlocutore transalpino emette una sorta di singhiozzo a metà strada tra lo stupore e lo spavento, non allarmatevi; non guardatevi attorno per cercare un pericolo imminente o una minaccia. Il parigino sta solo approvando ciò che dite, sta annuendo, assentendo; è semplicemente d’accordo con voi! Tutto questo, vi assicuro,  non si capisce in pochi minuti. Ci vogliono mesi e mesi di esperienza, di equivoci imbarazzanti, di “oui oui” anchesenonavetecapitoniente, di confronti con altri italiani.

Per qualche chiarimento ulteriore, date un’occhiata al video:

Annunci

Informazioni su Ti

"Si comienzas cambiando tú, ya estas cambiando el mundo.."
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...