[dis]avventure parigine

Capitolo 9: l’igiene

Altro che capitolo, sul rapporto tra i francesi e l’igiene ci si potrebbe scrivere un intero libro. Accusarli di essere sporchi sarebbe forse ingiusto e un po’ troppo drastico; di sicuro si può dire che hanno una concezione molto diversa della pulizia e parecchio più “rilassata” della nostra. Molti sono i luoghi comuni relativi a tale argomento; ciò che è sconcertante, però, è verificarne la veridicità. Cominciamo dal primo e più famoso: la baguette sotto l’ascella.baguette Se in una boulangerie comprate una semplice baguette, avrete diritto ad uno striminzito quadratino di carta per portarla via. Tale quadratino coprirà a stento la superfice di pane corrispondente all’impugnatura della vostra mano e ne lascerà scoperti i tre quarti restanti. Questo metterà automaticamente in crisi voi di origine italica, ma non turberà affatto il transalpino, il quale, pur di tenere libere le mani, metterà agevolmente e senza alcuna remora la baguette sotto al braccio, in borsa, nel carrello della spesa (senza nessuna protezione, bien sûr!), o – perché no – nella tasca di un jeans (ne ho le prove!). Poi c’è l’annosa questione del bidet, che per altro contrappone noi italiani a quasi il resto del mondo. I francesi non solo non ne sentono affatto la mancanza, ma per di più non ne capiscono l’utilità. Quando è presente in alcune vecchie case, giace totalmente inutilizzato o al massimo viene adoperato per lavarsi i piedi. Più e più volte ho tentato di spiegare ad un francese la nobile funzionalità del bidet, ma ho definitivamente rinunciato una volta ottenuta la risposta: “beh, noi usiamo la carta..!”. Ma perché, NOI NO???!!?! Luogo insalubre per eccellenza poi – e non solo in Francia, del resto – sono le piscine pubbliche, vero e proprio ricettacolo di batteri. Ebbene, negli spogliatoi e nei bagni vedrete i francesi circolare seraficamente a piedi nudi in quella acquetta nerastra mista a capelli e sporcizie varie che si deposita notoriamente sul pavimento.

Dopodiché si potranno osservare bambini che leccano placidamente pali della metropolitana o raccolgono cibo da terra sotto lo sguardo sereno delle proprie mamme; potrà capitarvi di sentirvi accusare di essere maniaci della pulizia, solo per aver deciso di lavare la tazza del tè in ufficio dopo la sua utilizzazione; o dovrete fare i conti con una cucina dell’appartamento preso in affitto ai limiti della denuncia da parte dell’ufficio-igiene.

Annunci

Informazioni su Ti

"Si comienzas cambiando tú, ya estas cambiando el mundo.."
Questa voce è stata pubblicata in 365puntidivista, Paris e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a [dis]avventure parigine

  1. giammadelibris ha detto:

    L’igiene….questa sconosciuta….!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...